Progetto Reflui Rifugi CAI Lombardia

Vorremmo iniziare la presentazione di questo progetto, prendendo spunto da alcune parole prese dal nostro Bidecalogo, documento cardine che stabilisce le “Linee di indirizzo e di autoregolamentazione del CAI in materia di ambiente e tutela del paesaggio”: Conoscere, frequentare e preservare le montagne e difenderne l’ambiente sono i predicati su cui si fonda l'identità del Sodalizio.
La suddetta difesa dell'ambiente, in particolare dell’ecosistema montano, non può prescindere dalla consapevolezza che la preziosa risorsa dei nostri rifugi necessita di importanti interventi di miglioramento igienico-sanitario, in particolare per la problematica inerente lo smaltimento dei reflui.

Questa problematica, trasversale a tutti i rifugi della Lombardia è, ad avviso della commissione, da troppo tempo trascurata e celata in conseguenza della sua complessità; siamo però convinti che oggi necessiti di essere analizzata ed affrontata con la consapevolezza che la protezione ed il rispetto dell'ambiente montano sia un preciso impegno del CAI.  La riduzione dell'impatto ambientale dei reflui dei nostri rifugi è pertanto un tema che merita attenzione ed è un obiettivo non più procrastinabile.

Sarebbe però utopico pensare di affrontare un problema così grande con le scarse forze della commissione regionale: il successo di questa operazione dipenderà infatti anche dall’impegno e dal coinvolgimento della Commissione Centrale Rifugi, del CAI Regionale, degli organi Direttivi Centrali, delle Sezioni e dei gestori dei rifugi. Va ricordato che questa problematica impegna sia i gestori che le sezioni, con costi di manutenzione non indifferenti specialmente per i rifugi dotati di impianti di depurazione complessi e con impatti sull'ambiente a volte significativi in particolare per quei rifugi in cui il problema reflui è affrontato male o non affrontato del tutto.

Il primo passo è quello di conoscere lo stato di fatto di gestione dei reflui nei nostri rifugi, in modo da potere identificare problematiche comuni, individuare linee di intervento e, per quanto possibile, ricercare fonti di finanziamento.

Affrontare questo argomento significa quindi:
1-raccogliere informazioni sullo stato di fatto della gestione dei reflui nei rifugi, integrando le informazioni che le sezioni proprietarie dovranno già rendere disponibili sulla nuova piattaforma informatica (UnicoCAI);
2-capire come viene affrontata la problematica in altre regioni ed eventualmente altre nazioni;
3-identificare gli interventi più efficaci ed economicamente sostenibili (in termini realizzativi e di manutenzione);
4-coinvolgere le sezioni ed i gestori;
5-ricercare forme di finanziamento;
6-applicare le soluzioni sul campo.

Il lavoro non sarà quindi un semplice studio, bensì sarà finalizzato a fornire alle sezioni delle possibili soluzioni.
E’ certamente un lavoro complesso, ambizioso e pluriennale che richiederà un consenso ampio all’interno del CAI.
Nel 2018 affronteremo i punti 1 e 2, e in particolare per il primo punto avremo bisogno del supporto di tutte le sezioni proprietarie o che hanno in convenzione un rifugio. 

Abbiamo predisposto un questionario on-line specifico per i reflui e il ciclo dell’acqua, con domande dettagliate il cui scopo è quello di raccogliere entro settembre 2018 (termine per la compilazione del questionario) i dati dei rifugi in Lombardia. Solo con questi dati, che saranno riassunti in un documento di sintesi, (che contiamo di rendere disponibile entro fine 2018), potremo confrontarci con la commissione Centrale Rifugi con le Sezioni, con esperti e con altri Enti per discutere e valutare i risultati, identificare le possibili soluzioni e capirne l’impegno economico complessivo. 

Sappiamo che l’argomento è piuttosto delicato ma vi assicuriamo che le risposte al questionario saranno trattate con la massima riservatezza e che il documento di sintesi che verrà realizzato conterrà unicamente dati a livello aggregato, e verrà utilizzato per finalità di studio.   

In questo compito non sarete soli, perché vi garantiamo una adeguata assistenza durante la compilazione del questionario. Abbiamo infatti incaricato la socia Ilaria Galbiati, laureata in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio Indirizzo Tecnologie di Risanamento Ambientale, che ci ha aiutato nella definizione del questionario, a supportarvi nella sua compilazione chiarendo eventuali dubbi tecnici. 
Ilaria Galbiati risponde al numero 366-2810860 dal lunedì al venerdì dalle ore 18:30 alle ore 21:30 e al Sabato dalle 10:00 alle 12:00.
In alternativa potete scrivere a ilaria.galbiati.cai@gmail.com. 
Il link del questionario è riportato sotto; le Sezione che hanno più rifugi devono compilare un questionario per ciascun rifugio.


PER COMPILARE IL QUESTIONARIO CLICCARE QUI 

Istruzioni per la compilazione

Regolamento Regionale 29 marzo 2019 - n. 6


Regolamento Regionale 29 marzo 2019 - n. 6
Disciplina e regimi amministrativi degli scarichi di acque reflue domestiche e di acque reflue urbane, disciplina dei controlli degli scarichi e delle modalità di approvazione dei progetti degli impianti di trattamento delle acque reflue urbane, in attuazione dell’articolo 52, commi 1, lettere a) e f bis), e 3, nonché dell’articolo 55, comma 20, della legge regionale 12 dicembre 2003, n. 26 (Disciplina dei servizi locali di interesse economico generale. Norme in materia di gestione dei rifiuti, di energia, di utilizzo del sottosuolo e di risorse idriche).

BURL n. 14 supplemento del 2/4/2019



CORSO PER GESTIONE DEI REFLUI DEI RIFUGI ALPINI

La gestione dei reflui nei Rifugi Alpini, l’impatto ambientale, la normativa, le soluzioni tecniche, l’utilizzo di detersivi biologici, i costi degli impianti e della manutenzione, i possibili finanziamenti.

Ne parliamo con esperti del settore per cercare di individuare un percorso finalizzato alla soluzione del problema.


Qui il programma

Qui le dispense complete del corso

PARCO DELL’ADAMELLO - AMMODERNAMENTO DEI RIFUGI ALPINI: GESTIONE DELLE ACQUE E FITODEPURAZIONE

I giorni 1-2 settembre si è svolto un incontro organizzato dalla commissione TAM del CAI Lombardia durante il quale, si è parlato dell'argomento fitodepurazione, e sono stati esposti i primi risultati del PROGETTO REFLUI.
Di seguito è possibile scaricare il programma dell’evento, le presentazioni proiettate e la relazione di sintesi del Progetto Reflui:


PROGRAMMA

"Aspetti tecnici realizzazione impianti di fitodepurazione"

"Fitodepurazione - Elogio alla Deschampsia"